Codice etico

Veritas è una delle prime multiutility italiane a dotarsi di un Codice etico, in ottemperanza all’atto di indirizzo del Consiglio comunale.

Il Codice etico è il documento guida per amministratori, dipendenti e collaboratori dell’azienda. Individua infatti i valori di riferimento dell’attività societaria, nel rispetto delle leggi, dei principi di lealtà e correttezza professionale e dell’efficienza economica. Fissa, in sostanza, valori di comportamento uguali per tutti.

Il decreto legislativo 231/2001, che ha introdotto il concetto di responsabilità penale degli enti, in aggiunta a quella della persona che ha materialmente commesso l’illecito, contempla una forma di "esonero" da responsabilità dell'ente se si dimostra di aver adottato ed efficacemente attuato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire la realizzazione degli illeciti penali considerati. Da tale modello discende il Codice Etico.

Un Organismo di Vigilanza, composto dall'avvocato Raffaello Martelli (presidente), dall'avvocato Luca Maria Pedrotti dell’Acqua e dal dottor Paolo Castaldini si occupa dell'applicazione del modello e del Codice Etico di Veritas.

Il documento sancisce l’impegno di Veritas relativamente al rispetto dei diritti delle persone, senza discriminazione operando con equità e imparzialità. Inoltre, garantisce la trasparenza all’interno e all’esterno dell’azienda e l'impegno a migliorare l’efficacia e l’efficienza dei processi aziendali.
Il Codice delinea anche l’impegno di Veritas per la difesa dell’ambiente e fissa alcuni criteri di condotta, quali, ad esempio, l'obbligo di fornire agli azionisti informazioni accurate, vere e tempestive e ad assicurare la massima trasparenza nei confronti del mercato; per quanto attiene ai dipendenti e collaboratori esterni, viene garantita indipendenza nelle selezioni e nelle assunzioni; nella gestione  del personale equità, pari opportunità e assenza di discriminazioni nei rapporti di lavoro; tutela della sicurezza e della salute.


Il Codice etico fissa anche modalità di comportamento per tutti i dipendenti Veritas. E’ ad esempio sancito, il divieto di richiedere e accettare regali o favori da persone, ditte e fornitori.

Allo scopo di dare applicazione a tali principi sono state redatte specifiche procedure interne, una delle quali riguarda il servizio di asporto rifiuti ingombranti, di particolare importanza per i cittadini, per il quale è stata emanata la disposizione anch'essa disponibile qui sotto in formato pdf.

 

Non potranno essere accettate - così come previsto dal Codice etico, punto 2, Principi generali - segnalazioni anonime di eventuali inosservanze, violazioni e aggiramento del Codice etico. Le segnalazioni, da parte di soggetti esterni, devono essere indirizzate all’Organismo di vigilanza, istituito ai sensi del D.Lgs.231/2001, e inviate al protocollo di Veritas.

AllegatoDimensione
Codice Etico148.37 KB