Call Center 800.466.466 / 041.96.555.30

Guasti servizio idrico 800.896.960

Autolettura contatore idrico 800.212.742

Asporto ingombranti 800.811.333

Altri

“Siamo aperti e trasparenti ma non disposti a farci insultare” - Dichiarazione del presidente Agostini dopo la lettera di scuse del consigliere Davide Scano

Venerdì 4 Ottobre 2019

Altro

“Con questa lettera di scuse del consigliere del Comune di Venezia, Davide Scano, giriamo una pagina spiacevole, che speriamo non si ripresenti più”, dichiara il presidente di Veritas, Vladimiro Agostini. “Ci sono due cose che noi amministratori di società pubbliche non possiamo trascurare: la trasparenza del nostro operato e la difesa del lavoro delle donne e degli uomini che ogni giorno si impegnano per assicurare i servizi nel miglior modo possibile, indipendentemente dal ruolo che hanno.

Difendere il buon operato dell’azienda – prosegue Agostini - e di tutte le persone che ogni giorno lavorano e ben si rappresentano con il loro impegno, è per me non solo un dovere ma anche un motivo di soddisfazione. E’ brutto sopportare accuse come quelle che ci erano state rivolte, in particolare se arrivano da consiglieri comunali. Soprattutto quando i risultati positivi e l’impegno di chi lavora con dedizione, consolidata esperienza e apprezzamento generale sono sotto gli occhi di tutti, grazie ai buoni servizi che garantisce la nostra organizzazione, peraltro testimoniati anche dai positivi bilanci di Veritas.

Non possiamo accettare interferenze dirette nella gestione, perché di questa siamo responsabili, ma certo siamo totalmente trasparenti e disponibili a qualunque tipo di controllo. Esiste però una sostanziale differenza tra controllare, da parte di chi ne ha facoltà e competenza, e criticare e accusare superficialmente, magari per esercitare una critica politica certo male indirizzata. Veritas però non è disposta a lasciare insultare chi la rappresenta o chi lavora con impegno, anche parlando genericamente di gestione aziendale fuori controllo. Apprezzo quindi particolarmente le scuse del consigliere Scano, perché sono sintomo di serietà”.

Qui la lettera di scuse del consigliere Davide Scano