Call Center 800.466.466

Guasti idrico 800.896.960

Autolettura idrica 800.212.742

Ingombranti 800.811.333

Manutenzione urbana 800.111.172

Altri

La foresta liquida del Green Propulsion Lab di Veritas premiata alla settimana internazionale del design di Milano

Martedì 14 Giugno 2022

Altro

La foresta liquida del gplab di Veritas premiata alla settimana internazionale del design di Milano.

Fotobioreattori con microalghe che catturano la CO2.

Importante riconoscimento per il Green Propulsion Laboratory di Veritas alla Settimana internazionale del design di Milano. Il prototipo di Foresta liquida, presentato al Fuori salone negli spazi della Galleria di Rossana Orlandi (nome noto a livello internazionale nel campo del design) si è aggiudicato il primo premio al concorso internazionale RO Guiltless Plastic Prize 2022. La giuria internazionale ha infatti scelto la Foresta liquida tra 600 progetti in arrivo da tutto il mondo.

La Foresta liquida è un’installazione formata da un insieme di fotobioreattori che contengono microalghe in grado di catturare l’anidride carbonica in maniera molto più efficace delle piante e potrebbe rappresentare un importante elemento funzionale di arredo urbano, grazie anche alla collaborazione con i designer dello Iuav di Venezia.

Veritas è un’azienda che opera quotidianamente per la tutela dell’ambiente – dice il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini - grazie al lavoro di tante persone che puliscono strade e territorio, raccolgono e selezionano rifiuti, depurano le acque reflue civili. I progetti di ricerca che sviluppiamo all’interno GpLab sono per la maggior parte finanziati da enti terzi, in particolare pubblici. L’obiettivo è trovare soluzioni a problemi ambientali molto importanti, come ad esempio la trasformazione e il riutilizzo dell’anidride carbonica, riducendo quindi gli impatti delle attività economiche e civili. Sono tutte soluzioni che ci potrebbero aiutare a realizzare i principi dell’economia circolare, così come ad esempio, riutilizzare efficacemente un numero sempre maggiore di scarti”.

“All’interno del GpLab - spiega il responsabile del laboratorio, Graziano Tassinato - sperimentiamo soluzione avanzate di decarbonizzazione dove le biotecnologie, in particolare quelle fotosintetiche, consentono di aumentare l’efficacia dei sistemi naturali per la lotta ai cambiamenti climatici. Il prototipo di Foresta Liquida, sviluppato nell’ambito della candidatura di Venezia capitale mondiale della sostenibilità e presentato in anteprima al Salone nautico di Venezia appena concluso, è stato progettato e realizzato dalla nostra struttura tecnica, in collaborazione con il team di aziende che fanno riferimento al progetto POR Ecopolimeri, finanziato dalla Regione del Veneto”.