Call Center 800.466.466

Guasti idrico 800.896.960

Autolettura idrica 800.212.742

Ingombranti 800.811.333

Manutenzione urbana 800.111.172

Altri

VERITAS: avviata l’attività del CASO VENEZIA nell’ambito del Progetto HORIZON 2020 B-WaterSmart

B-WaterSmart

Favorire la transizione verso economie e società “water-smart” nelle aree costiere dell’Europa: è questo l’obiettivo principale del progetto Europeo B-WaterSmart, che vede Veritas capofila e coordinatore del caso studio Venezia ed unisce Etra, un’altra multi-utility del Veneto, due fornitori di tecnologie (Depuracque ed Hydrotech), un’azienda leader del settore ICT (Engineering) ed un istituto di ricerca Norvegese (Sintef) nella sfida al recupero delle risorse collegate al servizio idrico integrato (SII). 

L’obiettivo è dimostrare l’opportunità e la sostenibilità delle logiche di recupero delle risorse connesse ai processi di depurazione dei reflui fognari, individuando nel contempo potenziali modelli di gestione per superare le barriere che ostacolano la chiusura dei cicli. 

Mediante approcci basati sull’innovazione tecnologica e gestionale, il lavoro congiunto e l’integrazione delle conoscenze di tutti i protagonisti e stakeholder della filiera, il caso Venezia si prefigge di creare i presupposti per una conoscenza stabile ed oggettiva che favorisca la transizione verso la valorizzazione delle risorse ed un’economia circolare.

Per dimostrare l’opportunità di riutilizzo dell’effluente depurato proveniente dall'impianto di Fusina, il progetto prevede di costruire e testare in scala pilota un impianto costituito da una sequenza di trattamenti per lo specifico riuso industriale.

Sul tema “nutrienti”, due tecnologie di stripping dell’ammoniaca saranno applicate alle matrici liquide concentrate generate nei trattamenti di depurazione, per il recupero dell’azoto. La possibilità di collocazione dei prodotti sarà studiata in funzione della loro qualità e stabilità, tenuto conto delle potenziali diversificazioni d’uso. 

Per supportare la valorizzazione di effluenti e fanghi di depurazione inoltre, saranno sviluppate due piattaforme IT di supporto a produttori, decisori ed utilizzatori per l’individuazione delle opportunità e delle convenienze di riuso industriale, urbano e agricolo per acqua, di recupero di sostanza organica, nutrienti ed energia per fanghi. Le variabili di interesse e le barriere (infrastrutturali, geografiche, economiche e normative) saranno trattate tenendo conto delle necessità di tutti i protagonisti della filiera di gestione; le classificazioni di qualità deriveranno dall’analisi di una porzione significativa del territorio regionale. La combinazione e l’integrazione delle informazioni darà origine allo strumento di supporto nelle scelte di gestione per la valorizzazione della risorsa nel contesto, l’uniformazione e standardizzazione del linguaggio conferiranno allo strumento le caratteristiche per la trasferibilità ad altri territori dell’UE.

Il caso Venezia vale 2,3 milioni di euro di finanziamento, a fronte di un complessivo di progetto pari a 15 milioni. B-WaterSmart è coordinato dall’istituto di ricerca tedesco “IWW Water Centre” e vede la partecipazione di 36 partner distribuiti in 7 nazioni Europee. Oltre a Venezia, i casi studio in prima linea nell’implementazione delle soluzioni sviluppate sono: Alicante (Spagna), Bodø (Norvegia), Fiandre (Belgio), Lisbona (Portogallo) e la Frisia Orientale (Germania). Iniziato a Settembre 2020 il progetto dovrebbe concludersi ad Agosto del 2024. 


Per maggiori informazioni sul progetto, si rimanda al sito web ufficiale:
https://b-watersmart.eu
Per rimanere sempre aggiornati sugli sviluppi, si consiglia l’iscrizione alla newsletter ufficiale.

Seguite il progetto anche attraverso gli account ufficiali Twitter e LinkedIn:
https://twitter.com/B_WaterSmart
https://www.linkedin.com/in/b-watersmart-project-3119651ba/

 

Unione Europea
Il progetto è stato finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell'Unione Europea Horizon 2020 - Grant Agreement n. 869171

 

News

B-WaterSmart magazine